martedì 1 agosto 2017

Monte Autes da Neraissa Superiore




Un balcone panoramico sull'intera Valle Stura


NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Neraissa Superiore
Dislivello: 770m circa
Tempo di percorrenza in salita: 2h,45/3h circa
Segnavia: Paline indicative - rari segni di vernice rossa
Difficoltà: E
Cartografia: Fraternali Editore n. 13 - Alta Valle Stura di Demonte

 
Accesso stradale
Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura sino a Vinadio.Appena superato il Forte Albertino si svolta a destra per Neraissa. Su strada stretta ed a tornanti si supera il bivio per Podio e si raggiunge prima Neraissa Inferiore e successivamente la deviazione per Neraissa Superiore. Esigui i posti per il posteggio dell'auto.

 


Itinerario
Dalla deviazione per Neraissa Superiore (1519m) si prosegue brevemente su asfalto sino al successivo bivio con la strada sterrata che porta  verso il Rifugio Nebius.
Qui si lascia sulla destra la strada anzidetta e si prende la via che si inoltra in zona boscosa diretta al Colle di Neraissa e Monte Autes (paline indicative - itinerario GTA).
La strada, ex militare, si innalza regolarmente inizialmente in zona boschiva e successivamente in zona sempre più aperta.
Con diversi tornanti, alternati a lunghi traversi, sale tra stupendi pascoli d'altura offrendo eccezionali scorci panoramici.
Dopo un percorso di circa 5 km, superato un ultimo tratto con radi abeti, si arriva al Colle di Neraissa (2015m), dominato a destra dalla rocciosa parete del Monte Nebius. 
 
L'importante valico, dove si trovano i ruderi di una caserma che faceva parte dello sbarramento difensivo di Vinadio, mette in comunicazione il Vallone di Neraissa con quello di Sambuco.
Poco prima del Colle, si prende una stradella (indicazioni per MTB) che si innalza leggermente, effettua poi alcuni tornanti e raggiunge il Colle della Barmetta (2274m).
Da qui, per tracce di sentiero si risale la dorsale di sinistra e si arriva sulla cima del Monte Autes (2286m) - antenna di ripetitore.
Ampio il panorama sull'intera Valle Stura.
 
Itinerario di ritorno
Il ritorno può avvenire ripercorrendo a ritroso l'itinerario di salita.

E' consigliabile però effettuare un breve e panoramico anello su dorsale. Per fare questo si ridiscende al Colle della Barmetta e da qui si risale il breve tratto che porta alla Cima di Varirosa (2275m) - "ometto" di pietre.
Da qui, seguendo una ulteriore traccia di sentiero, si perde rapidamente quota e si fa ritorno al Colle di Neraissa.
Si segue ora a ritroso la strada ex militare di salita, facendo attenzione ad individuare, poco oltre una statua di Madonnina curiosamente collocata in una vecchia cabina telefonica, opportune scorciatoie che intersecano più volte la strada principale e consentono di abbreviare notevolmente il percorso di ritorno.
 

Valle Stura - Itinerari da Vinadio/Neraissa