lunedì 24 agosto 2015

Giro dei Laghi di Sant'Anna



Anello del Laufer

Un itinerario a cavallo del confine italo-francese, con splendidi scorci panoramici in entrambi i versanti, lungo ex rotabili e fortificazioni militari. 
I bellissimi laghetti del Lausfer consentono rilassanti momenti di sosta.


NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Santuario di Sant'Anna di Vinadio
Dislivello: 480m. circa
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza dell'intero anello: 3h,30 - 4h
Segnavia: paline indicative
Cartografia: I.G.C.n.7 Valli Maira-Grana-Stura



Accesso stradale
Da Cuneo si raggiunge Borgo S. Dalmazzo. Da qui si imbocca la strada della Valle Stura, si supera Demonte e si arriva a Vinadio. 
Circa 1,5 Km dopo Vinadio si svolta per il Santuario di Sant'Anna (2010m). Qui giunti si prosegue a sinistra su di una stradina in salita che porta sull'ampio ripiano presso il "masso dell'apparizione", dove si può posteggiare l'auto.
Puoi visualizzare l'accesso stradale utilizzando Google Maps sulla barra laterale

Itinerario
Dal parcheggio ci si dirige presso il "masso dell'apparizione" per poi proseguire sull'ampia strada ex militare, che dopo alcune svolte arriva al bivio per il Passo di Tesina, dal quale avverrà il ritorno ad anello.
Con ulteriore breve tragitto si raggiunge il Lago del Colle di Sant'Anna (2156m), presso il bivio per la Cima Moravacciera.



Si continua sulla via principale che dopo alcuni tornanti perviene al Colle di Sant'Anna (2308m), dove si trovano resti di postazioni fortificate. Si lascia la diramazione che scende in territorio francese (Vallone di Chastillon ed Isola 2000) per seguire ulteriormente l'ex rotabile militare, ancora in buono stato di conservazione, che successivamente transita presso il rifugio privato Tallone per raggiungere poi un costone tra monoliti verticali, dal quale si può godere di una splendida veduta del vallone di Sant'Anna.
Il percorso prosegue con un lungo mezzacosta, con brevi tratti esposti, che si snoda in zona prevalentemente pietrosa, per terminare al Colle del Lausfer (2378m), sulla linea del confine francese. Sulla destra si eleva la Cima del Lausfer (2544m).

Dal Colle si scende nella conca dei tre laghi sottani del Lausfer, per poi risalire brevemente sino ad una insellatura che sovrasta il successivo e più vasto Lago Soprano. 
Alcuni tornanti consentono di scendere sino alle sponde di quest'ultimo, quindi lo si costeggia sulla a sinistra per poi risalire lungamente un pendio che porta ad un ripiano pascolivo.



Un successivo mezzacosta con brevi tratti esposti porta al Colle Saboulè (2460m), attraverso il quale si rientra in territorio italiano. 
Dal Colle, piegando subito a destra, si scende per ripido pendio ad una ex casermetta militare, per poi proseguire su di una mulattiera eccezionalmente ricavata  sulle aspre pendici della Testa Auta del Lausfer.
Tra splendidi scorci panoramici, superati alcuni brevi tratti esposti, la mulattiera raggiunge infine il Passo di Tesina (2400m).
Da qui si scende a destra, e dopo alcuni tornanti in zona pascoliva si raggiunge il bel Lago di Sant'Anna dal quale si prosegue sino a ricongiungersi con l'itinerario di salita.