lunedì 5 gennaio 2015

S. Pietro in Carpignano - Passeggi

Breve itinerario lungo la dorsale del Bric Magliolo  sino a località Passeggi. 
Possibilità di proseguire per loc. Tecci effettuando così il percorso di ritorno ad anello    

    


NOTE TECNICHE

Partenza e Arrivo: Parco Urbano di S. Pietro in Carpignano
Dislivello: 180m
Tempo di percorrenza: in salita 1h,10 - anello completo 2h,10
Difficoltà: E
Segnavia: 2 triangoli rossi ▲▲        (scarsi e poco evidenti)
Cartografia: Studio Naturalistico E.d.M - Carta dei Sentieri SV2


Attenzione!:  Gli elementi della natura, il disboscamento intensivo e  l'abbandono dei sentieri, possono essere causa di mutamenti,anche sensibili, dello stato dei luoghi descritti





Accesso stradale
Dall'uscita autostradale di Savona si prosegue per Quiliano. Poco dopo una rotatoria, con  monumento raffigurante un grande piede alato, si svolta a destra per il Parco Urbano di S. Pietro in Carpignano.  Zona  posteggio all'ingresso dell'area.


Itinerario

Ci si porta al limite destro del posteggio e si prosegue su di una stradella sterrata che conduce sul viale d'accesso alla Chiesa di S. Pietro.
Si va a sinistra, e superata una sbarra si percorre la caratteristica scalinata che termina presso l'antica chiesina barocca risalente al 600, circondata da alcuni cipressi centenari.
Si continua sulla sterrata che dopo un tratto pressochè pianeggiante,  svolta a sinistra tra alberi di roverelle, fiancheggia quindi la zona del "percorso vita" per superare poi una passerella in legno ed entrare in più folta vegetazione.

Il sentiero porta ad una postazione per l'osservazione della fauna selvatica, presso la quale prosegue a destra con una ripida salita, a tratti piuttosto rovinata, che termina presso un dosso, poco oltre una ulteriore postazione per l'avvistamento di volatili.
Sulla sinistra si nota una grossa pietra, conosciuta localmente come "Pria du Pigöggiu", un tempo punto di sosta per viandanti e contadini, che vi transitavano con pesanti gerle.

Si prosegue a sinistra (prestare molta attenzione ai segnavia) su di un sentierino che si snoda tra pini e arbusti tipici della vegetazione ligure, e che prende poi a salire con continuità e transitare presso un'ulteriore punto di sosta, noto come "Pria du Pigöggin".
Segue una serie di salitelle che portano al tracciato di crinale del metanodotto e, tra scorci panoramici, alla zona sommitale del Bric Magliolo (188m).

Da qui con ripida discesa si raggiunge la località Passeggi, dove si trova una casa ristrutturata e, poco oltre un bivio.
Proseguendo dritti, in salita, una  ulteriore sterrata conduce nella zona della Madonna del Monte di Savona.

Per effettuare il ritorno a S. Pietro in Carpignano con un percorso ad anello, si prende invece a sinistra una stradella, che attraversati i resti di coltivi, giunge in vista della vecchia casa Passeggi, in stato di evidente abbandono.
Da qui si prende a scendere costantemente e superati alcuni tratti rovinati dall'erosione, si transita sotto l'imponente cavalcavia dell'autostrada Savona-Torino.
Con ulteriore discesa, dopo aver fiancheggiato un piccolo rio, si sbuca su asfalto ed in breve si perviene sulla via Tecci.
Si prosegue su quest'ultima a sinistra e successivamente si confluisce  sulla trafficata provinciale, tramite la quale si fa ritorno a S. Pietro in Carpignano.