martedì 14 ottobre 2014

Monte Camulera da Osiglia

Itinerari escursionistici da Osiglia






NOTE TECNICHE

Partenza e Arrivo: Osiglia, zona impianti sportivi
Dislivello: 900m. circa
Tempo di percorrenza in salita: 3h,30
Difficoltà: E
Segnavia: in salita "bollo giallo" -
Cartografia:  Studio Naturalistico EdM SV 7


Attenzione!:  Gli elementi della natura, il disboscamento intensivo e  l'abbandono dei sentieri, possono essere causa di mutamenti,anche sensibili, dello stato dei luoghi descritti


Accesso stradale
Da Savona e Torino uscita autostradale A6 di Millesimo. Seguire SP51 "Bormida e Millesimo" sino al bivio per Osiglia, quindi deviare su SP51 che in circa 6 km porta al Paese.
Da Finale Ligure seguire la SP 490 "del Melogno"  sino al bivio per Pian dei Corsi.Quindi seguire la SP 16 che in breve porta ad Osiglia.
Si posteggia l'auto presso la zona degli impianti sportivi






Itinerario

Dalla zona degli impianti sportivi ci si porta sulla provinciale e la si segue a sinistra per circa 400m.,
sino alla località Rossi. Qui si svolta a destra (palina segnaletica - segnavia bollo giallo) su di una strada in salita che porta in breve alla Cappella di San Rocco (risalente al XV secolo),  per proseguire poi tra belle villette e castagneti.
In ultimo spiana leggermente, diventa poi sterrata inoltrandosi in zona boscosa.
La comoda stradina si innalza con diverse svolte, supera alcuni bivi per raggiungere una bella zona di castagni domestici, transitare poi presso un piccolo nucleo di case ed immettersi quindi sull'itinerario segnalato da una "croce gialla".
Nel proseguo si transita presso un vecchio "traliccio" in ferro, per affrontare poi una erta salitella dal fondo rovinato e con un successivo percorso in bella faggeta si giunge all'importante valico di Colla della Barossa, crocevia di vari itinerari (paline indicative).


Seguendo le indicazioni per il Camulera (segnavia "bollo giallo") si svolta a sinistra su di una stradina che più avanti si restringe, presentando tratti con piccole frane e dal fondo leggermente sconnesso.

Transita poi presso un grosso roccione dopodichè prende a scendere, supera un piccolo rio quindi si innalza ulteriormente e dopo lungo percorso arriva ad un bivio.
Qui occorre lasciare la via principale per svoltare a sinistra, superare alcuni tratti invasi da alberi caduti (ottobre 2014) per raggiungere infine la zona di dorsale.
Presso un bivio si va a destra e ad un successivo incrocio si prende l' erta salita che porta al Bric Pennacchio; in ultimo spiana e con ulteriore percorso, pressochè pianeggiante, si arriva alla lapide ed alla stele eretta a ricordo di Caduti Partigiani.




Sulla destra un sentierino conduce in pochi minuti sulla sommità del Monte Camulera.


Ritorno ad anello
Tempo di percorrenza: 3h
Segnavia: rombo giallo vuoto - 2 croci gialle

Note: attenzione ai numerosi bivi in cui occorre prestare la massima attenzione ai segnavia, non sempre evidenti. Utile la traccia GPS.

Si ripercorre a ritroso l'ultima parte dell'itinerario sino alla zona di dorsale.
Qui si lascia a sinistra il percorso di salita per andare dritti. Ad un vicino bivio si lascia l'ampia strada principale che scende, per deviare a sinistra e seguire un tracciato con vecchio segnavia "rombo giallo".

Si percorre lungamente la faggeta, si supera poi il bivio a sinistra che porta al Bric Mortè, seguendo a scendere il segnavia "bollo giallo".
Anche quest'ultimo poco oltre deve essere lasciato, per deviare a sinistra su di una stradina con segnavia "2 croci gialle", che scende leggermente sino ad un ulteriore bivio.

Qui si lascia la strada principale per deviare ancora a sinistra (attenzione ai segnavia), e dopo breve percorso si scende lungo il tracciato di una linea elettrica per poi confluire su altra carrareccia.
Si segue quest'ultima a sinistra che poi riprende a scendere, transita presso un vecchio "teccio" ed infine presso una casa colonica circondata da un bel castagneto.

Oltre questa si arriva sulla strada asfaltata in Località Monte, si trova la Cappella della Madonna della Neve risalente al XVI secolo e seguitando si arriva in località Costa. Dopo lunga discesa si transita in località Ripa e quindi  ci si immette sulla strada provinciale.
Seguendo quest'ultima a sinistra ci si ricongiunge in breve con l'itinerario di salita in località Rossi e da qui si ritorna alla zona degli impianti sportivi.