venerdì 19 settembre 2014

Calizzano - Rionero

Itinerari escursionistici da Calizzano



Due  brevi ma remunerativi itinerari ad anello che conducono alla zona del Rionero.

Accesso stradale
Dall'autostrada SV-TO si esce a Millesimo. Si prosegue per Murialdo e quindi Calizzano.
Dall'autostrada dei Fiori si esce a Borghetto S.Spirito. Si prosegue per Toirano, Giogo di Toirano, Bardineto e quindi Calizzano.
Dalla rotonda al centro del paese si svolta sul ponte che porta alla piazza principale (P.zza S. Rocco).
Per visualizzare l'accesso stradale utilizza Google Maps sulla barra laterale




Itinerari

Anello Calizzano Rio Nero


NOTE TECNICHE

Partenza e Arrivo: Calizzano Piazza S. Rocco
Dislivello: 200 m circa
Tempo di percorrenza: 1h,30/2h
Difficoltà: E
Segnavia: T e 2 bolli gialli - Tre bolli gialli
Cartografia:  Studio Naturalistico EdM SV-7

Attenzione!:  Gli elementi della natura, il disboscamento intensivo e  l'abbandono dei sentieri, possono essere causa di mutamenti,anche sensibili, dello stato dei luoghi descritti


Dal  centro di Calizzano (Piazza S. Rocco) si prende via IV Novembre sino alla stradina di accesso al Parco Littorio.
Saliti al Parco, lo si attraversa diagonalmente a sinistra per prendere poi una stradina inerbita (segnalazioni "Percorso Orion"), che con alcune svolte porta nella zona superiore.
Qui si trovano (più evidenti) le paline indicative ed  i segnavia "T due bolli gialli" relativi all'itinerario in argomento.
Si procede ora in leggera salita su ottima stradina ombreggiata. Ad un bivio si segue l'indicazione "Rionero" e ci si addentra in zona più fitta di alberi.

Successivamente si arriva ad uno slargo (Bassa du Sciu Bepen - 804m) dove giunge anche l'itinerario con segnavia "quadrato giallo", che sale dal borgo antico di Calizzano.

Si lascia il segnavia "T e 2 bolli gialli" ( che porta direttamente al Rionero e descritto in seguito) per proseguire a destra, seguendo per un tratto il segnavia "quadrato giallo".

Si procede su bella sterrata  che percorre le pendici del Bric Canò (845m) ed su di una successiva stradina che attraversa una bella zona boscosa (detta anche "Via Bianca") con la quale si raggiunge uno slargo (palina indicativa Campo Gramoso).


Qui si abbandona il segnavia "quadrato giallo" che prosegue per Passo Nicoletto, per deviare a sinistra su stradella con segnavia "tre bolli gialli".
Si prende  a scendere con alcune svolte, ad un bivio si prosegue dritti e dopo alcuni tratti più ripidi si raggiunge il Rionero, che si attraversa su di un aerea passerella.
Sull'altra sponda si trova un caratteristico Crocifisso in legno.

Si segue ora  a sinistra, per un buon tratto, l'ampia strada che fiancheggia il corso del torrente (segnavia croce gialla) sino ad un ulteriore attraversamento su passerella.
Poco oltre questa si supera l'innesto a sinistra dell'itinerario "T e due bolli gialli" lasciato in precedenza, si transita poi presso i resti di un grande castagno (il castagnon) e tra villette isolate e coltivi si arriva all'ultima abitazione sulla destra.

Nei pressi di questa si lascia la strada principale e si devia a sinistra su di un sentierino intitolato ai "Ragazzi del '99" che, con percorso pressochè pianeggiante, conduce presso la Chiesa di S. Lorenzo.
Da qui attraverso il Borgo Vecchio si fa ritorno a Piazza S. Rocco.



Al Rionero attraverso la "Bassa du Sciu Bepen" ed il "Il Bricco" 


NOTE TECNICHE


Tempo di percorrenza: 1h/1h15
Dislivello: 160m circa
Segnavia: T e 2 bolli gialli
Difficoltà: E
GPSScarica traccia

Attenzione!:  Gli elementi della natura, il disboscamento intensivo e  l'abbandono dei sentieri, possono essere causa di mutamenti,anche sensibili, dello stato dei luoghi descritti


Itinerario
Arrivati con l'itinerario precedente alla "Bassa du Sciu Bepen", si continua a seguire il segnavia "T due bolli gialli" che prosegue a sinistra con tratto pianeggiante.

La strada prende poi a scendere sino ad un ulteriore piccolo slargo, dove si lascia a sinistra l'itinerario contrassegnato dal "quadrato giallo", per seguitare dritti con ripida discesa, al termine della quale si svolta a sinistra.
Si effettua ora un percorso a semicerchio, transitando prima in una fitta abetaia per giungere poi a Casa Marsaglia (più nota localmente come "Il Bricco"), posta in bella posizione panoramica.


Si continua sulla strada che svolta a destra dell'abitazione e che dopo lunga discesa confluisce sulla sterrata del Rionero, presso una abitazione isolata.
Si continua a sinistra su quest'ultima sterrata che con tratto pianeggiante attraversa alcuni coltivi.
Giunti alla zona del "Castagnon" (grosso albero di castagno) presso l'ultima abitazione vicina al Rio, si lascia la strada principale per svoltare a sinistra su di un sentierino intitolato ai "Ragazzi del '99".
Con  percorso pressochè pianeggiante si raggiunge in breve la Chiesa di S. Lorenzo e da qui, attraverso il Borgo Vecchio, si ritorna a Piazza S. Rocco.