mercoledì 9 aprile 2014

Al Monte di San Michele e Passo Perdoni

  Itinerari Escursionistici da Savona Santuario



Da San Bernardo  in Valle - al Monte di  San Michele ed  al Passo Perdoni.

Il sentiero che dalla frazione San Bernardo del Santuario di Savona sale all'antica Chiesina di S. Michele, citata in documenti del 1710 ma probabilmente di origini più antiche.
Si transita poi per l'isolata ed amena località di Pietra Selvatica da dove si raggiunge il vicino Passo Perdoni sulla strada Ciantagalletto/Ciatti-Cadibona.
Possibilità di ritorno al Santuario o proseguire per loc. Ciantagalletto e da qui Lavagnola-Savona, effettuando così una remunerativa traversata.


NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Chiesa di San Bernardo in Valle
Dislivello:
Tempo di percorrenza:
Difficoltà: E
Segnavia: scarsi e scoloriti - 2 rombi rossi per S. Michele, Pietra Selvatica e Passo Perdoni; 2 croci rosse  per la salita al Monte Giardina. Su tutto il percorso segnalazioni di vernice rossa di una marcia podistica
Cartografia: Studio Naturalistico EdM-SV2

Attenzione!:  Gli elementi della natura, il disboscamento intensivo e  l'abbandono dei sentieri, possono essere causa di mutamenti,anche sensibili, dello stato dei luoghi descritti


Accesso stradale
Da Savona ci si dirige verso la frazione di Lavagnola e da qui si raggiunge il Santuario. 
Conviene lascia l'auto nell'ampio parcheggio antistante il Cimitero, poco prima della Piazza principale.
Per meglio visualizzare l'accesso stradale utilizza Google Maps sulla barra laterale






Per visualizzare la carta dettagliata della zona del percorso vedi:
Tavola SV - 28 delle Mini MAPPE OUTDOOR ACTIVITIES di Giorgio Mazzarello http://www.mappeliguria.com/ 




Itinerario
Dal parcheggio ci si porta sulla strada comunale e la si percorre a sinistra sino alla frazione di S. Bernardo in Valle.

Qui si prende la stradina che transita davanti alla Chiesa (Palina indicativa).
Fatti pochi metri occorre deviare a destra, fiancheggiando inizialmente una piccola area adibita a parcheggio, proseguendo poi in leggera salita  su di un viottolo antistante i giardini di alcune abitazioni.
Poco oltre si lascia lo stradello per imboccare uno stretto sentierino che sale ripido tra la fitta vegetazione (frecce rosse con direzione contraria alla nostra marcia). Superata una costruzione per l'acquedotto sbuca su strada asfaltata.

Si continua in salita su quest'ultima sino al cancello d'ingresso dell'ultima villetta, dove si svolta a destra per inoltrarsi in zona boschiva.
Si arriva in breve in località "Campu", dove accanto ad una casa da tempo disabitata si può notare un antico seccatoio per castagne (teccio), ancora ben conservato.
Si prosegue ulteriormente in zona boschiva costeggiando fasce di coltivi in parte abbandonati, si supera in una curva un piccolo rio per affrontare poi un erta salitella che porta su zona di dorsale.
Da qui si continua con tratto più dolce sino a sbucare su un'ampia zona prativa.
Ci si porta all'inizio del pratone erboso e si prende a destra una stradella inerbita (nessuna indicazione) che dopo breve salitella termina all'antica Chiesetta di S. Michele, situata sull'omonimo Monte.

Si fa ritorno alla precedente zona prativa. La si attraversa e si prende la larga carrareccia (segnavia "rombi rossi" e "frecce rosse") che con lungo andamento in falsopiano porta alla amena località di  "Pietra Selvatica".
Col rispetto dovuto, trattandosi di zona privata e abitata, si transita tra le case e si prosegue oltre sino ad incontrare il bivio per  località Cimavalle di Santuario. (Sarà utilizzato per il ritorno al Santuario).

Per concludere l'itinerario si prosegue ulteriormente sino a raggiungere in poco tempo il Passo Perdoni, sulla strada panoramica che da Savona-Loc. Ciantagalletto conduce a Cadibona (L'antica strada romana "Montis Mauri").
Dal Passo, se si segue a sinistra il segnavia "2 croci rosse" , con percorso in  salita si può raggiungere in circa 20' la sommità del  Monte Giardina, su cui spicca un  grande traliccio dell'Enel.



Itinerario di ritorno

- Al Santuario
Dal Passo Perdoni si ritorna al bivio nei pressi di Pietra Selvatica.
Qui si prende la deviazione per Cimavalle, e si effettua una costante discesa su carrareccia tra pini e castagni sino ad un bivio. Si lascia la deviazione a sinistra per proseguire oltre sino a raggiungere infine alcuni coltivi ed un nucleo abitato.
Oltre questo si attraversa il Torrente Letimbro sul "Ponte della Capra" e si perviene sulla strada provinciale Santuario - Naso di Gatto.
Seguendo quest'ultima a destra, in poco più di un km, si arriva alla piazza principale del Santuario e da qui al punto di partenza.

- a Località Ciantagalletto-Lavagnola
Dal Passo Perdoni si va a sinistra sull'ampia sterrata che transita a fianco dei caratteristici "vagonetti" utilizzati per il trasporto del carbone dal Porto di Savona alle industrie di S. Giuseppe di Cairo, per raggiungere le case della località dei "Ciatti".
Proseguendo la strada principale diventa asfaltata e con lunga discesa, dopo aver superato alcune villette sparse ed un nucleo di abitazioni, arriva ad una panoramica curva dove spicca un'imponente Croce.
Con ulteriore cammino ed alcune svolte, arriva infine alla località di Ciantagalletto(2,5 km circa dai Ciatti).
Da qui, con un'ulteriore ripida discesa, si perviene alla frazione di Lavagnola.