sabato 21 luglio 2012

L'anello del Valasco

 Valle Gesso  - Escursioni da Terme di Valdieri



 
Un lungo percorso ad anello, dal Pian del Valasco ai bellissimi laghi di Valscura, Claus e Portette, su antiche mulattiere e carrareccie ex-militari, tra eccezionali punti panoramici.

NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Terme di Valdieri
Dislivello: 1100 m circa
Difficoltà: E (con buon allenamento)
Tempo di percorrenza: In salita  3h,30'/4h - Anello completo 7h,30/8h
Segnavia: paline indicative - qualche traccia bianco-rossa
Cartografia: Blu Edizioni n.1-Parco Nat. Alpi Marittime




 

Accesso
Da Cuneo si raggiunge Borgo S.Dalmazzo. Da qui si imbocca la strada per la Valle Gesso. Si supera Valdieri, S.Anna di Valdieri e si arriva alle Terme. Ci si porta alle spalle  dell'Hotel Royal, e si raggiunge l'ampio parcheggio presso la Cappella di S.Giovanni (1390m).
Per l'accesso stradale utilizza anche Google Maps presso la barra laterale

Itinerario
Ci si inoltra a piedi sull'ampia strada ex militare che risale il vallone. Al primo tornante a destra si lascia la via principale, per prendere una evidente mulattiera che si snoda parallela al torrente.
Lo stradello entra in zona boscosa, transitando dopo breve tratto presso la lapide in memoria di Gianni Frati.
Successivamente si innalza leggermente, supera un roccione con lapide in memoria di Anselmo Lattes, sbucando successivamente sulla strada ex militare.
Un breve tratto su questa, poi nuovamente si devia su carrareccia che, dopo aver guadagnato quota, si ricongiunge ancora con la strada. Ancora breve percorso per deviare, presso un tornante, su ulteriore scorciatoia che con ultimo tratto a scalini, riporta nuovamente sulla strada principale.
Seguendo quest'ultima, si supera un rivolo, quindi una bella cascatella e si giunge sull'ampio Pianoro del Valasco (1h,10)
Il panorama che si presenta, giustifica anche la sola gita a questa meta.

La suggestiva vasta zona prativa, è solcata da un placido corso d'acqua e racchiusa in un magnifico anfiteatro di vette e serriere rocciose.

 

In alternativa, si può raggiungere il pianoro seguendo integralmente il lungo percorso della strada ex militare (5km-1h,30 circa).
Seguendo ulteriormente la rotabile principale, si attraversa il lungo Piano del Valasco, passando a monte della ex Casa di caccia reale, edificata nel 1870, e trasformata recentemente in Rifugio.

Successivamente si raggiunge il Piano Superiore del Valasco, dove si attraversa il torrentello su di un ponte in legno (palina indicativa di numerosi itinerari).
Seguendo le indicazioni si prosegue a destra, pressochè al centro del vallone, e dopo aver attraversando ulteriormente il rio su ponticelli in legno, la carrareccia prende gradatamente quota con diversi tornanti, arrivando alla deviazione per il Rifugio Questa (1996 m-palina indicativa presso un grosso tronco di larice).


 
 
 
Si ignora la deviazione che sale diretta al Rifugio (sarà utilizzata per il ritorno ad anello) e si prosegue sulla strada ex militare diretta ai Laghi di Valscura.
Superato un ponticello presso una bella cascatella si raggiunge una zona di pietre rossastre.

Se si procede sul tracciato principale occorre superare poco dopo un fastidioso e ripido tratto su terreno franato e successivamente transitare in una incredibile galleria.
In alternativa si può deviare a sinistra su una scorciatoia che si ricollega in breve con la via principale.

Si supera quindi una gola di roccioni ferrosi e con ultimo tratto si raggiungono alcune casermette in rovina ed  il Lago Inferiore di Valscura. (2274m)


Costeggiata a sinistra la sponda del lago si risale poi un dosso e ci si immette sulla splendida strada ex militare, lastricata con blocchi di pietra squadrati, che collegava le postazioni militari della Valscura con quelle dei Laghi di Fremamorta.
Con suggestivo e panoramico percorso a saliscendi si arriva al bel Lago del Claus, incassato sotto la cima omonima e, successivamente, ad una bastionata cui seguono alcuni brevi tornanti in discesa che conducono ad un bivio.
Si lascia la mulattiera principale e si prende a destra il sentiero che sale direttamente dal Valasco e che in breve porta al cumulo morenico dove si trova il Lago delle Portette ed il Rifugio Questa.



per il ritorno si percorre a ritroso il sentierino di accesso al Rifugio sino alla mulattiera ex militare.
Si segue quest'ultima a destra per pochi metri per imboccare poi il sentiero che stacca a sinistra e che con ripido percorso, tra pendii rocciosi e rada vegetazione, conduce alla strada ex-militare presso il grande larice secco.

Da qui si ripercorre l'itinerario iniziale per il Piano del Valasco, e quindi sino alle Terme di Valdieri.