martedì 3 luglio 2012

Rocca Barbena da Bardineto

Valle Bormida - Escursioni da Bardineto







Piacevole ed inusuale escursione, lungo un costone della meravigliosa faggeta di Bardineto, per raggiungere un "pezzo" di Dolomiti caduto in Val Bormida.


NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Bardineto (SV) - S.Nicolò
Dislivello: 730 circa
Tempo di percorrenza: 2h,30'/3h
Difficoltà: E
Segnavia: "quadrato giallo" / segnali "bianco-rossi" dell'AVML/ "quadrato rosso"
Cartografia: Studio Naturalistico EdM - Calizzano/Bardineto






Per visualizzare la carta dettagliata della zona del percorso vedi:
Tavola SV-13   delle Mini MAPPE OUTDOOR ACTIVITIES di Giorgio Mazzarello
http://www.mappeliguria.com/ (su gentile concessione dell'Autore)

Accesso stradale
Dall'uscita autostradale di Millesimo si raggiunge Murialdo, Calizzano ed infine Bardineto
Arrivati a Bardineto, ci si porta nella zona del Cimitero, dove si posteggia l'auto

Itinerario
Dal cimitero, ci si inoltra lungo la strada provinciale per il Colle dello Scravaion.
Superato il ponte sul Rio S.Giovanni si devia a sinistra. Trascurata la stradina per la vicina e freschissima Fonte della Salute, si prende un sentiero (segnavia quadrato giallo), che si inerpica sino al panoramico poggio deve sorge la bella chiesina di S.Nicolò (740).

Si prosegue oltre e, tra pini ed arbusti vari, si raggiunge la Costa delle Magliane.
Il percorso, con andamento a saliscendi, si sviluppa ora prevalentemente in faggeta,  pervenendo alla Bassa dei Morti e quindi ad un bivio che consente, eventualmente, di far ritorno a Bardineto.


Proseguendo, si sale ancora leggermente;  ignorando una prima deviazione per Giogo di Toirano, si arriva ad un importante quadrivio in loc. Valloni, dove si incontra l'Alta Via (a sinistra si può raggiungere in circa 20' il Giogo di Toirano).
Si seguono ora i segnali "bianco rossi" dell'AV che, dopo erta salitella  su stradina molto rovinata, conducono sulla dorsale del M.te Sebanco (palina indicativa- qualche dubbio che si tratti della effettiva sommità del Monte!).

Superato un successivo bivio presso una sella ( a sinistra ripida scorciatoia dell'AV per il Giogo di Toirano, a destra indicazioni per S.Nicolò), ci si innalza ancora ripidi lungo la cresta boscosa, per procedere poi con piacevole percorso su carrareccia che, dopo aver aggirato una dorsale boscosa, scende rapidamente all'insellatura del Colletto Banco (palina indicativa - da sinistra giunge il sentiero proveniente da Sella Alzabecchi).
Si raggiunge, con successiva breve rampa, una panoramica zona erbosa, in vista delle prime asperità rocciose.




Qui si incontra un bivio: a destra prosegue l'A.V. che raggiunge il Colle dello Scravaion, mentre a sinistra, in leggera salita, si sviluppa l'itinerario per la Rocca Barbena (segnavia "quadrato Rosso").
Proseguendo su quest'ultimo, si entra in un boschetto sino ad una dorsale alla base di contrafforti rocciose; si effettua quindi un ulteriore salitella che sfocia su di un "poggio" roccioso, molto panoramico.
Presso un successivo dorso erboso, l'itinerario volge sul lato sud, attraversando nuovamente una zona boscosa, sbucando quindi su aperta zona erbosa, dalla quale si può ammirare distintamente, la vicina vetta della Rocca.
L'itinerario prosegue a scendere, percorre un ulteriore tratto boscoso, aggira quindi a nord l'ultima contrafforte, per effettuare un breve e ripido tratto in salita, che conduce alla sommità.



Il ritorno avviene per la stesssa via dell'andata.