giovedì 24 febbraio 2011

Anello Toirano - Balestrino

Escursioni da Toirano





Un interessante storico itinerario ad anello su antiche mulattiere che univano Toirano a Balestrino. 
E' anche la 1^ tappa del Sentiero delle Terre Alte.


NOTE TECNICHE

Partenza e arrivo: Toirano (SV)
Dislivello: 540 circa
Tempo di percorrenza: 4h/4h,30
Difficoltà: E
Segnavia: "TA" tacche rosse/gialle
Cartografia: Studio Naturalistico E.d.M. - SV3

Accesso stradale
Dall'uscita autostradale di Borghetto S.Spirito si prende in direzione di Toirano.
Raggiunto il paese si cerca posteggio nei pressi della Piazza del Munipio (P.zza Rosciano), dove inizia l'itinerario.
Conviene lasciare l'auto nei pressi del Comune, oppure presso l'ampio posteggio antistante la scuola elementare.
Puoi visualizzare l'accesso stradale utilizzando  Google Maps sulla barra laterale




Per visualizzare la carta dettagliata della zona del percorso vedi:
Tavola SV - 09 delle Mini MAPPE OUTDOOR ACTIVITIES di Giorgio Mazzarello



Itinerario
L'itinerario inizia in piazza del Municipio (Piazza Rosciano - 46 m.).
Da qui ci si inoltra tra le vie del centro sino alla vicina Strada Provinciale per Bardineto, che si attraversa presso la confluenza con la Via per Balestrino.
Apposite "paline" segnalano il percorso della 1^ tappa del Sentiero delle Terre Alte-Anello di Toirano (segnavia "TA" e tacche "rosso/gialle).

Ci si inoltra in detta via che si innesta poi nella strada provinciale per Balestrino.
Dopo circa 500 metri occorre lasciare la strada principale per deviare a sinistra ed attraversare il caratteristico borgo Barescione, che merita di essere visitato.

All'uscita dal centro storico, un ultimo tratto riporta sulla provinciale dove si devia a sinistra su di una stradina pianeggiante, che presto diventa sterrata, attraversa poi bei coltivi confluendo quindi nel Rio del Ponte, che occorre attraversare. (guado problematico e non sempre possibile in caso di abbondante acqua).
L'itinerario prosegue ora sulla sponda opposta, in leggera salita, sino ad una casa abitata. Oltre questa si devia a destra, su sentiero che offre scorci panoramici sul soprastante borgo vecchio di Balestrino.




Si procede in zona boschiva, attraversando resti di coltivi ormai invasi dalla vegetazione, superando poi un piccolo rio ed il raccordo con l'itinerario per il Santuario di M.te Croce (palina).
Poco oltre si arriva al Ponte della Utra (184 m.), meglio osservabile scendendo nell'alveo del torrente. Dopo questo,  si procede sul ciottolato di una antica mulattiera, sino ad incontrare un enorme "ceppo" di castagno pluricentenario.

Successivamente su sbuca su più ampia sterrata che si segue a destra, si supera un corso d'acqua che scorre in un grande tubo, dopodichè una leggera salita con fondo cementato porta ad intersecare una ulteriore strada. Si abbandona la principale per deviare brevemente a destra, quindi immediatamente a sinistra su sentierino che si inerpica tra terrazzamenti di ulivi per poi confluire su un'ulteriore strada. Si segue quest'ultima a sinistra, e con tratti in cemento e asfalto si arriva alla zona del cimitero.
Si prosegue oltre sulla strada asfaltata, che con diversi tornanti porta alle prime case ed alla base di una scalinata, che conduce alla sovrastante Chiesa Parrocchiale di S.Andrea.




La si aggira, transitando poi tra le case e raggiungendo in breve la strada provinciale, che occorre seguire in discesa per circa 300 metri, sino nei pressi dell'Oratorio.
Qui si volta  a sinistra, fiancheggiando caratteristici "lavatoi", prendendo poi una stradina in salita che, superate alcune case, diventa sentiero con tratti ripidi e stretti, e dopo lungo procedere, confluisce su più ampia carrareccia. Sulla destra, nei pressi di uno slargo, può essere ammirata una vecchia fornace per la calce.

Si continua sulla carrareccia in salita, poi si prosegue su di una ulteriore sterrata. Allorchè questa spiana occorre lasciare la via principale per inoltrarsi a destra, su ripido sentierino, che percorre la dorsale sino al Poggio di Balestrino (Croce del Borgo 564 m). 
Panorama vastissimo





Itinerario per il ritorno ad anello

Si effettua dalla dorsale opposta a quella di salita. Si scende sino ad una valletta per poi risalire brevemente su ulteriore dorsale panoramica, sino a congiungersi con ampia sterrata. La si segue brevemente, prestando molta attenzione alla segnaletica, perchè occorre lasciarla quasi subito, per deviare a sinistra e con successiva ripida discesa raggiungere un panoramico poggio. Poco sotto è visibile una "casella" in pietra, con la volta rinforzata in cemento. La zona è utilizzata per il decollo dagli appassionati di parapendio.




L'itinerario prosegue oltre la strada, scendendo con tratti ripidi in zona boschiva (attenzione ai segnavia non sempre molto evidenti), supera una lastra rocciosa, dopodichè devia a sinistra transitando alla base di una formazione rocciosa, che poco oltre presenta un'ampia caverna. Si scende ancora ripidi, si incontrano alcune paline di pericolo e presso uno slargo, ci si immette a destra su sterrata  per poi procedere nuovamente ripidi a sinistra, sino ad una zona di coltivi presso un roccione ed un vecchio deposito di legna accatastata. Proseguendo ancora oltre, ci si immette su strada ampia, che si segue in discesa sino ad incontrare una deviazione a sinistra, sbarrata da un grosso manufatto in cemento. Si devia su quest'ultima che si raccorda poi con la strada asfaltata, che tra bellisssimi terrazzamenti di ulivi conduce con ripida discesa all'abitato di Toirano. Da qui, tra le vie del centro, si ritorna al punto di partenza.

Vedi l'escursione per immagini su you tube