giovedì 24 giugno 2010

Monte Spinarda da Calizzano

Escursioni da Calizzano




NOTE TECNICHE:

Partenza: Calizzano Localita S. Matteo
Dislivello: 697
Tempo di percorenza: salita 2h/2h,30 discesa 2h
Difficoltà: E
Segnavia: salita : punto linea giallo/discesa 2 croci gialle
Cartografia: Studio Naturalistico EdM

Attenzione!:  Gli elementi della natura, il disboscamento intensivo e  l'abbandono dei sentieri, possono essere causa di mutamenti,anche sensibili, dello stato dei luoghi descritti

Accesso Stradale
Dall'autostrada SV-TO si esce a Millesimo. Si prosegue per Murialdo e quindi Calizzano.
dall'autostrada dei Fiori si esce a Borghetto S.Spirito. Si prosegue per Toirano, Giogo di Toirano, Bardineto e quindi Calizzano.
Si raggiunge la piazza principale del paese e da qui la il bivio per la località Valle e quindi lo slargo presso la Chiesetta di S.Matteo







Per visualizzare la carta dettagliata della zona del percorso vedi:
Tavola SV-21 delle Mini MAPPE OUTDOOR ACTIVITIES di Giorgio Mazzarello
http://www.mappeliguria.com/ (su gentile concessione dell'Autore)


Itinerario
Dal piccolo spiazzo antistante la chiesetta di S. Matteo ( 660), si prende brevemente a sinistra, si supera una prima stradina per inoltrarsi nella successiva, all'inizio della quale è stata collocata una opportuna bacheca, esplicativa dell'itinerario da seguire.





Ci si inoltra su carrareccia nel bosco, fiancheggiando inizialmente un rio, effettuando poi numerosi tornanti che consentono di guadagnare quota.

Prestare molta attenzione ai segnavia, inopportunamente cancellati , ma ancora visibili.
Per evitare ogni problematica, l'itinerario proposto  segue integralmente l'andamento della strada principale.

La strada spiana presso il bel Pian dei Minà, attraversando poi una splendida faggeta.
Si giunge ad un bivio presso il quale si procede a destra, ancora in salita, affrontando nuovamente diversi tornanti.
Sempre seguendo la strada principale, si raggiunge una zona di splendidi faggi altissimi. Qui, ad un bivio, occorre ignorare una stradina sulla destra con medesimo segnavia più evidente, e procedere sulla sterrata principale, sino ad arrivare dopo alcuni tornanti su un piccolo pianoro, Bassa degli Abeti.
Qui si deve prestare ulteriore attenzione. Bisogna infatti seguire la strada principale per pochi metri, ed individuare  (segnavia su un albero, seminascosto) una traccia che sale sulla sinistra e si inoltra nella faggeta soprastante.
Dopo breve percorso, il sentiero originale risulta devastato da una strada per il taglio della legna. Occorre pertanto seguire quest'ultima per qualche centinaio di metri, per poi individuare e riprendere sulla sinistra il sentiero nel bosco.
Si effettua ora un lungo percorso  in suggestiva faggeta ( attenzione ai segnavia), al termine del quale si sbuca sulla sommità del M.Spinarda. ( ore 2-2,30)



Eventuale ritorno ad anello


Si prosegue sul crinale della sommità montuosa, seguendo integralmente il percorso con segnavia "2 croci gialle", che con leggera discesa porta su una bella mulattiera.
Si ignora la via di sx per proseguire oltre, entrando in un bel boschetto, al centro del quale sono state predisposte diverse tavole a mo' di panche. Scendendo ancora si arriva ad un trivio, sulla destra del quale si nota una casa in rovina  (Ca Buscaglia o del Barbon).  Poco a sinistra, seguendo il segnavia, si lascia la carrareccia per deviare  in zona boschiva. Si supera il "Cian de Spade" e con successiva carrareccia, si effettua una lunga discesa sino a sbucare sulla Strada Prinvinciale 47, in loc. Pian per Valle,  a circa 4 km dal punto di partenza. (2h,30')

Variante
Dal trivio presso Ca Buscaglia (detta anche zona del Barbon) è possibile ugualmente raggiungere la Strada Prov.le 47, a meno di 2 km dal punto di partenza, prendendo l'ampia carrareccia a sinistra e seguendola attentamente nel suo andamento principale, costituito da ripide discese alternate a brevi tratti in piano, ignorando ogni deviazione laterale.
Superata una fonte, e dupo un andamento a saliscendi, si incontra una lunga ripida discesa, con tratti scivolosi. Altermine di questa, presso un'ampia curva destrorsa, occorre lasciare la carrareccia e proseguire diritti, su stradina che scende ulteriormente, supera i resti di una vecchia costruzione e, successivamente, dopo aver attraversato un rio, sbuca sulla strada provinciale n.47 Calizzano-Quazzo.
Seguendola a sinistra per poco più di 2,5 km si raggiunge località S.Matteo.